Conserviamo i nostri ricordi con Google Photobooks

google foto libro

Me lo chiedo spesso mentre guardo le vecchie foto di famiglia: che fine faranno i ricordi digitali attualmente in nostro possesso? Rimarranno nei nostri smartphone rotti o tutt’al più saranno uploadati nel cloud di Apple o Google? E quando lo spazio di archiviazione si esaurirà, chi farà un upgrade per acquistare altri preziosi GByte? E tra 30 anni, esisteranno ancora questi due colossi in grado di permetterci di conservare i nostri ricordi?

Poco prima della Festa dell’Assunta del 2020 (Ferragosto, per i meno pratici) mi è arrivata una notifica sul mio Samsung Galaxy Note 10 che più o meno recitava così: vuoi creare un fotolibro che raccolga i tuoi migliori ricordi del 2019?

A dire il vero le stesse notifiche mi erano giunte anche con i miei precedenti smartphone Android ma le avevo sempre ignorate. Nel 2019 però c’era con noi un amico che adesso non ho più e, spinto dalla curiosità, ho indagato aprendo quella notifica.

Google aveva creato per me una raccolta delle foto più significative dello scorso anno proponendo la stampa in formato cartaceo. Tale opzionè accessibile grazie al link https://photos.google.com/photobooks.

Al book è possibile eliminare a aggiungere altre immagini ma ho lasciato tutto là, così come Google aveva immaginato il mio 2019. Sessantasei pagine ricche di foto scattate dai miei precedenti telefoni, Il fotolibro mi è stato recapitato ieri al costo di 41,52 Euro (tasse e trasporto compresi). Copertina morbida e carta di qualità medio/alta ed è possibile scaricare anche il PDF di tale libro.

Ragazzi: questo è un buon modo per conservare i propri ricordi digitali!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: