Perchè la velocità della connessione viene diminuita?

Perchè ci diminuiscono le velocità

Mamma mia quanto è stato difficile spiegare in un video tutte le motivazioni che spingono gli operatori a diminuire le velocità di una connessione ADSL (puro rame) o FTTC (rame misto fibra).

Difficile perchè moltissime persone hanno la convinzione che la connessione arrivi a casa per mezzo della magia piuttosto che attraverso cavi (ahimè in rame) che nel tempo tendono a degradarsi.

Difficile perchè alle persone sfugge il piccolo particolare che la velocità, all’aumentare della distanza dalla centrale telefonica o dal cabinet per strada, diminuisce. Più lontani si è peggio è; più vicini si sta e meglio è. Il fenomeno di perdita progressiva di segnale all’aumentare della distanza si chiama ATTENUAZIONE.

Per poter godere in pieno della velocità contrattuali occorrerebbe che tutti si connettessero da un’abitazione costruita a ridosso di una centrale telefonica con cavi che nel tempo non vadano incontro al processo di usura. Evidentemente è pura utopia.

In questo video introduco oltre al concetto dell’attenuazione anche quello dell’SNR, cioè dal rapporto tra Potenza del segnale e rumore (che dà fastidio). Per i meno avvezzi, l’SNR si potrebbe identificarlo come l’intensità della connessione internet. Più intenso è e meglio è! Un ottimo SNR produce una maggiore velocità; un pessimo SNR produce degrado della connessione (perdita di informazioni durante la navigazione o riavvi continui della connessione).

Aumentare la velocità in maniera forzata significa ridurre l’SNR (quindi la velocità); al contrario, ridurre la velocità significa migliorare l’intensità del segnale. Ecco perchè a volte si rende necessario un downgrade della banda (una riduzione della velocità), ovvero di un adattamento verso il basso di un profilo di velocità. Quando l’SNR è troppo basso, l’operatore è costretto o a cambiare i cavi (operazione talvolta impossibile da eseguire) oppure a ridurre la velocità.

Questi tre elementi, profilo + attenuazione + SNR, sono tra loro strettamente correlati e rappresentano la base di una valutazione della velocità di una linea.

Vi lascio ad una spiegazione “più fluida” grazie all’ausilio di questi video; in realtà è un unico video ma ho preferito spezzettarlo in due parti.

In questo secondo video, oltre che continuare a discutere di attenuazione, SNR e profilo, discuto di un mucchio di esempi trovati in rete. ATTENZIONE: sono solo esempi, una verifica più precisa la può fare solo l’operatore che possiede strumenti più intrusivi e test di rete molto sofisticati.