Ancora guai per ZTE

Sembrava essersi risolta la vicenda che ha coinvolto ZTE e gli USA grazie ad un accordo che consentiva alla stessa ZTE di poter proseguire la propria attività e vedersi revocato l’embargo.

Invece, il 19 Giugno 2018, Il Senato degli Stati Uniti ha approvato il National Defense Authorization, un emendamento varato allo scopo di bloccare per sette anni la vendita di componenti Usa al gruppo Zte, ritenuto reo di di non aver rimosso i quadri dirigenti accusati di aver intrapreso traffici illeciti con Corea Del Nord e Iran.

Visto il clima d’incertezza che regna intorno alla vicenda è probabile che i lavori di unificazione della rete Wind Tre possano passare a Ericsson, con la quale già si stanno studiando le soluzioni tecniche per il passaggio al 5G.
Seguimi su youtube!

SOSTIENI IL MIO BLOG
Acquista qualcosa di utile da Amazon 
Registrati ad Amazon Prime
Registra un account Amazon Music Unlimited

SOSTIENIMI!

Per trasparenza: guadagno già tramite Google ADS ma non pensare chissà quanto! Se ti va di dirmi grazie o se ti va di mostrare un segno di gradimento è possibile aiutarmi attraverso questi canali.

PAYPAL
Se sei un benefattore, puoi farmi una donazione sicura con Paypal!

AMAZON
Amazon, grazie a link affiliati, mi permetti di ottenere piccoli guadagni. Su ogni acquisto che effettui ricevo dall'1 al 3% del prezzo dell'articolo, IVA escluso. Tu non paghi nulla in più, io invece, ricevo un compenso. Clicca qui e poi prosegui con i tuoi acquisti!