Navigare a meno di 2Mb/s

Spulciando i dati della BroadbandMap di AGCOM, è possibile accedere al download di molti dati (in formato CSV da importare in Excel) che mostrano dati di vario tipo riguardanti le velocità di connessione in varie zone d’Italia.

Lo scenario non è dei migliori: a livello comunale (e parliamo di grandi comuni, non di paesini o frazioni) spiccano Frosinone (9,2% sotto i 2 Mbps),Belluno (8,1%), Macerata (6,1%), e Teramo (7,3%).

A livello regionale Abruzzo (5,6%) nelle Marche (5,1%), in Veneto (4,8%), in Trentino Alto Adige (4,4%) e Friuli (4,2%).

Menzione speciale per il Veneto che conta 2 milioni di famiglie circa e quasi la metà (959mila per la precisione) sono raggiunte da ADSL rame, uno scarsissimo 5% da FTTC e una percentuale irrilevante (1500 famiglie) da FTTH. Vero è che mancano i dati di OpenFiber che attualmente cabla Padova e Venezia, ma il quadro appare piuttosto disarmante.

Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: