La rete ibrida di TIM

Riporto i paragrafi più salienti che è possibile leggere in questo interessante post apparso su TomsHW e che vi invito a leggere.

TIM ha proposto a Infratel una soluzione innovativa per le aree grigie che rischiavano di diventare bianche: adotterà LTE, banda L e in alcuni casi ibridazione con la rete fisica. […]

Di cosa si tratta esattamente? Si parla di sfruttare la tecnologia mobile LTE abbinata anche a frequenze supplementari della Banda L (frequenze 1452 – 1472 MHZ) per connettività ultrabroadband con velocità di 30 Mbps in download e di 15 Mbps in upload.

Dove poi si renderà necessario – assicura TIM – verrà adottata un’ulteriore soluzione tecnologica mista che permetterà, grazie ad un modem ibrido, di integrare la rete fissa (FTTC) con la rete mobile, sfruttando tecniche di complementarietà, per fornire al meglio le prestazioni previste. Un approccio già impiegato con successo in altri paesi europei.

Non ci resta che attendere l’accordo finale.

 

Sostieni il mio lavoro

acquista da Amazon Sostieni il mio blog in differenti modi.
Prova gratis Amazon Prime

Abbonati ad  Amazon music

Acquista da Amazon senza sovrapprezzo




Lascio un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: