Il 5G e l’analfabetismo funzionale

bufale 5G

“Perchè ci stanno regalando il 5G?”. Questo è ciò che ho letto di sfuggita in un post pubblicato su Facebook e, a dire il vero, questo è ciò che ho letto anche in uno dei tantissimi commenti ai miei video su Youtube.

Secondo alcuni il modem in questione incorpora la tecnologia mobile 5G. A dire il vero, gli amici della Zyxel hanno omesso di indicare la corretta dicitura dell’unità di misura. Non si dovrebbe scrivere 5G ma 5G Hz. Un peccato veniale, forse il tentativo di indicare una tecnologia indicando un nome meno tecnico e più amichevole. In fondo anziché commercializzare il prodotto col suo nome completo Zyxel vmg8825-b50b, lo hanno griffato col più accattivante Home&Life Hub.

Questo peccatuccio però nulla ha a che vedere con l’analfabetismo di ritorno che caratterizza, non solo chi ha scritto il post, ma anche tutta la massa che gli ha risposto a tono.
Definizione tratta da Wikipedia: l’analfabetismo di ritorno indica l’incapacità di usare in modo efficace le abilità di lettura, scrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana si traduce quindi, in pratica, nell’incapacità di comprendere, valutare e usare le informazioni incontrabili nell’attuale società.

Credo che la sfida da affrontare nei prossimi anni sarà proprio quella di riuscire a tamponare questa ondata di nuova ignoranza. Gente che crede di conoscere un qualcosa in tema di frequenze e salute ma non sa discernere tra una frequenza a 5 GHz e le frequenze del 5G.

Sei arrivato a leggere fino a questo punto, ti riservo un regalo. Un po’ di sana conoscenza.
Il 5G è un protocollo che permette(rà) di trasmettere su 3 frequenze che già esistono da anni. Si tratta, quindi, solo di un riuso di frequenze già esistenti.
La 700 MHz che adesso è usata dal digitale terrestre; è la peggiore tra le frequenze perchè, delle tre, è la più bassa. Quindi supera più facilmente gli ostacoli. Dal 2022 sarà disponibile per il 5G. Secondo voi, come arrivano le immagini in TV? Per miracolo? Oppure sono informazioni che viaggiano su frequenze?
La 3,5 GHz che da anni è usata dagli operatori FWA (Linkem, Eolo, Tiscali).
La 28 GHz (onda millimetrica) che è usata per alcune connessioni satellitari. Questa è talmente tanto debole che non riesce nemmeno a superare il primo strato della pelle umana… figuriamoci se poi è in grado di friggere il cervello di esseri viventi o uccidere stormi di uccelli in volo. Ha bisogno di spazio libero e campo aperto. Un ostacolo anche piccolo blocca la propagazione delle informazioni che contiene. Queste, a loro volta, sono tantissime. Quindi la 28 GHz trasmette molte informazioni ma non supera gli ostacoli.

Ricordate che la frequenza più bassa è e peggio è? Bene, le attuali frequenze del 4G sono più dannose:
il 4G usa la 800 MHz, la 2,6 GHz, 1,8 GHz e la 2,1 GHz;
il 3G usa la 2,1 GHz e la 900 MHz;
il 2G usa la 1,8 GHZ e la 900 MHz.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: