Serve davvero una connessione fissa? Forse si!

senza linea fissa

Mi chiedo spesso: serve davvero una connessione fissa in una casa moderna? La risposta è sempre diversa perchè se da un lato è vero che avere una buona fibra in casa (al limite anche una buona FTTC) aiuta notevolmente lo svolgimento di attività lavorative o ricreative, dall’altro penso che se ne possa fare tranquillamente a meno.
Ovviamente se le esigenze lavorative dovessero essere particolari come la mia, la tranquillità che si ha in casa con una buona FTTH è, al momento, fuori da questa discussione.

Quest’ultima assunzione la faccio anche in virtù del fatto che la connessione mobile è decisamente più versatile di quella fissa. Proprio ieri, mia moglie ha dovuto trascorrere del tempo fuori casa e avrebbe dovuto lavorare lontano dal wifi casalingo. Avrebbe potuto usare l’hotspot del suo vecchio smartphone, un Redmi 5 pagato 79 Euro. Ma si sa: l’hotspot divora la batteria degli smartphone e li surriscalda.

Avrebbe potuto comunque usare il suo vecchio telefono ma, avendo a portata di mano un FritzBox 6820 LTE che gentilmente AVM mi sta facendo provare e una sim di Very Mobile, ho pensato di darle una connettività di livello superiore. Il risultato è stato ampiamente positivo: mia moglie ha lavorato tranquillamente connettendo il suo portatile al router via wifi e ha potuto continuare a svolgere la sua attività in smart working. Senza problemi.

Appare inutile sottolineare che l’attivazione della connessione mobile, a differenza di quella fissa, è istantanea: i tempi di provisioning sono pari a zero! Avere una connessione in casa, traslocare abitazione (anche temporaneamente) diventa un’operazione fattibile a costo e tempo zero.

Tutto è filato liscio come l’olio e, ovviamente, stiamo già pensando di portare Il Fritzbox 6820 in vacanza… soldi e Covid-19 permettendo!

Ma ritorniamo alla domanda posta in questo spazio: si può fare a meno della connessione fissa in casa? La risposta è si a patto di avere una buona connessione (mobile o in FWA) e i giusti mezzi per diffonderla. In caso di connessione mobile è importante poter disporre di una sim che in bundle offra svariati gigabyte oppure connettività illimitata. Penso in questo momento agli amici di Broker per la telefonia oppure ai nuovissimi amici di Premium Store SRL che offrono soluzioni interessanti e di cui vi parlerò a breve.

L’esperienza d’uso che sto avendo in questo periodo mi ha convinto: io ho lavorato per due mesi in smart working con la sim di Broker per la telefonia. Grazie ad essa, non solo ho lavorato, ma ho goduto anche dei servizi streaming vari, avendo posizionato il router accanto ad una vecchia TV coadiuvata da una Fire TV Stick. Ovviamente ho svolto, grazie alla connessione mobile, anche la mia attività di divulgazione.

E se qualcuno si sta chiedendo: “eh! ma come faccio con la voce?!?” potrei rispondere di consultare gli amici di Olimontel che permettono di usare il numero in Voip (che normalmente è abbinato ad una linea fissa) sullo smartphone. Se segui questo video, scoprirai tutte le potenzialità dei Voip che ho potuto apprezzare grazie proprio alla gentilezza di Olimontel.

Il trial con la sim di Broker è andato così tanto bene che adesso sto sperimentando le soluzioni in mobilità di Linkem. Ma questo è un discorso a cui vorrei dare il giusto peso in un altro post.

Vi lascio la recensione dell’AVM Fritzbox 6820 LTE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: