Come ottimizzare il Wi-Fi il quale NON è un problema dell’operatore

ottimizzare wifi

Quante persone (troppe persone) si lamentano, con gli operatori della telefonia, da presunti problemi di connettività senza sapere che il problema non dipende da loto ma dalle condizioni della rete interna a casa?

Leggendo i commenti all’interno di molti miei video, sembra che ci sia la convinzione che i problemi di wifi o di connessioni varie sia interamente imputabili agli operatori delle telecomunicazioni. Le cose non stanno proprio così.

Per risolvere la questione occorre inquadrarla bene: gli operatori delle telecomunicazioni vendono la connessione al modem router. Punto. Sono responsabili fino a questo limite. Oltre il router c’è la casa di noi utenti le cui caratteristiche non possono essere noti in fase di stipula del contratto.
Gli operatori non possono quanti e quali apparecchi abbiamo in casa; così come non sa se li cableremo in wi-fi o in ethernet. Non sa nemmeno se viviamo in un monolocale o in una casa su più piani. Non sa neanche se i muri della casa sono spessi (es. case storiche) o in cartongesso. Insomma, gli operatori non sanno com’è configurata la nostra casa.

Il risultato? Si sottoscrive un contratto a 1000 Mbit ma, eseguendo uno speed test, si raggiungono a malapena 30/40 Mbit. Ecco il commento trovato su Facebook di una persona che, frustrata dalla sua bassa velocità, si lamenta con la community definendo ridicola la sua situazione.

Se dovessi fare un paragone che renda bene l’idea di cosa pretendiamo da un operatore telefonico, userei quello che fa riferimento alla fornitura di energia elettrica: se in casa nostra l’impianto elettrico dovesse essere problematico, reclameremmo ad Enel minacciando di passare, ad esempio, a Sorgenia? No, non credo perchè abbiamo abbastanza cultura da comprendere che i problemi nel nostro impianto elettrico di casa non sono di competenza del fornitore di energia elettrica. Eppure la situazione che oggi rilevo dal mio piccolo osservatorio è proprio questa. Non funziona bene il wifi in casa eppure addossiamo la colpa al nostro operatore. Sia ben chiaro: la colpa del malfunzionamento del wifi è del nostro operatore SOLO se ci ha venduto il modem e questi dovesse avere difetti nella gestione del wifi. Diversamente tocca a noi risolvere eventuali défaillance.
Come? Potenziando la nostra rete interna dotandola di repeater mesh o powerline oppure ottimizzando il wifi che abbiamo in casa.

Ho realizzato due video: il primo fa riferimento alla scelta tra powerline o repeater e ve lo propongo.

Il secondo fa riferimento a semplici tecniche di misurazione e ottimizzazione del wifi.

SOSTIENIMI!

Per trasparenza: guadagno già tramite Google ADS ma non pensare chissà quanto! Se ti va di dirmi grazie o se ti va di mostrare un segno di gradimento è possibile aiutarmi attraverso questi canali.

PAYPAL
Se sei un benefattore, puoi farmi una donazione sicura con Paypal!

AMAZON
Amazon, grazie a link affiliati, mi permetti di ottenere piccoli guadagni. Su ogni acquisto che effettui ricevo dall'1 al 3% del prezzo dell'articolo, IVA escluso. Tu non paghi nulla in più, io invece, ricevo un compenso. Clicca qui e poi prosegui con i tuoi acquisti!