HO. MOBILE DENUNCIA ATTIVITA’ ILLECITA con una pessima comunicazione.

furto dati ho mobile

Tutti stanno scrivendo e ormai sappiamo che Ho mobile ha perso i dati sensibili di moltissimi clienti. Si aspettava il comunicato stampa che adesso è ben chiaro: si, c’è stato il furto di una parte dei dati.

I clienti danneggiati da questa azione stanno ricevendo SMS di notifica (occhio alle email se avete una sim dati ; se avete inserito la sim voce della Ho all’interno di un router estraetela e mettetela in uno smartphone ) e possono richiedere la sostituzione della SIM (non il cambio numero) in quanto occorre fornire un nuovo ICCID.

Ecco cosa è stato rubato

Sono stati sottratti illegalmente alcuni dati di parte della base clienti con riferimento ai soli dati anagrafici (nome, cognome, numero di telefono, codice fiscale, email, data e luogo di nascita, nazionalità e indirizzo) e tecnici della SIM. NON sono stati in alcun modo sottratti dati relativi al traffico (telefonate, SMS, attività web, etc.) né dati bancari o relativi a qualsiasi sistema di pagamento dei propri clienti.

Minimizzare la questione è fuori luogo. Affermare che sono stati rubati SOLO i dati anagrafici credo che rappresenti una pessima comunicazione. Perchè se qualcuno subisce una perdita dei dati anagrafici, come minimo dovrebbe denunciarne il furto.

Vista la raccomandazione di recarsi in negozio a sostituire la SIM, si è omesso di dire che è stato rubato anche l’ICCID, il seriale della stessa. Questo codice permette a dei malintenzionati di cambiare l’operatore telefonico fingendosi l’intestatario. Il seguente invito è quindi fuori luogo.

Qualora i clienti vogliano comunque procedere alla sostituzione della propria SIM, potranno richiederne la sostituzione gratuita presso i punti vendita autorizzati.

Dopo numerosi silenzi (ed omissioni) occorre sperare che la frase “non sono stati in alcun modo sottratti dati relativi al traffico (telefonate, SMS, attività web, etc.) né dati bancari o relativi a qualsiasi sistema di pagamento dei clienti” sia pure veritiera. Scelgo di fidarmi, anche perchè non è possibile fare altro.

Concludo dicendo che vista la gravità della situazione appare fuori luogo affermare con superficialità e senza fornire dettagli che:

ulteriori azioni a protezione dei dati sottratti sono in corso di implementazione e verranno comunicate ai clienti.

Insomma nella comunicazione ho mobile ha peccato nei seguenti punti:
0) SCUSARSI dell’accaduto (incredibile, non lo ha fatto!);
1) avrebbe dovuto informare i clienti anche del furto dell’ICCID (nel comunicato non si legge nulla in merito al seriale o ICCID) e non solo via SMS ma anche tramite notifica APP e via mail;
2) non avrebbe dovuto minimizzare la perdita dei dati anagrafici.
3) avrebbe dovuto inviare gratuitamente la SIM sostitutiva a tutti i clienti. Non avrebbe dovuto raccomandare la sostituzione ma avrebbe dovuto renderla necessaria;
4) avrebbe dovuto spiegare il modo in cui intendono proteggere meglio i dati;
5) avrebbe dovuto, vista la gravità della situazione e concordando un’azione con l’AGCOM, implementare una procedura per le Mobile Number Portability in uscita degli ICCID impattati da questa sciagura.