Scopriamo le nuove eSIM

Diciamocelo pure: le sim, così come le conosciamo e in tutti i suoi formati (standard, micro e nano) ha i giorni contati. Anche se i formati attuali resisteranno ancora per qualche tempo.

La necessità di ridurre lo spazio occupato dalle sim a favore di quello disponibile all’interno degli smartphone, ha fatto sì che il nuovo standard delle eSIM possa iniziare ad affacciarsi nel nostro mercato. Non propriamente in quello italiano dove, di fatto, è inutilizzabile a causa del non supporto dei gestori di telefonia mobile.

In altri paesi esiste e oltre al vantaggio di aumentare gli spazi disponibili nei nuovissimi e sottilissimi device, l’eSIM consente di poter perdere l’abitudine di estrarre la sim e inserirla all’interno dello smartphone nel momento in cui lo si cambia.

L’eSIM è quindi integrata e ciò che si richiede all’operatore di telefonia mobile è solo quella di “sparare” la configurazione nel dispositivo che lo ospita. L’integrazione del chip e il piccolissimo spazio da esso occupato permette quindi di donare ad un dispositivo di piccole dimensioni le funzioni di fonia, come il nuovo Apple iWatch serie 3 o il Samsung Gear s2. 

iwatch

Ma non abbiamo solo wearable (indossabili). Anche i nuovissimi Google Pixel 2 e Pixel2 XL fanno largo uso di questo supporto. L’ultimo arrivato è l’ASUS Transformer Mini 4G un piccolo ed economico notebook presentato recentemente al Computex 2017 a Taipei.

Difetti della eSIM? La giovinezze della tecnologia. La mancanza di uno standard univoco al quale tutti i produttori di device devono rifarsi. Come visto in precedenza, Apple è tra i pochi produttori ad aver presentato dei modelli di dispostivi mobili dotati di eSIM, sviluppando una soluzione proprietaria in collaborazione con Samsung. 

 

Sostieni il mio blog in differenti modi. Abbonandoti al servizio Amazon music, oppure ad Amazon Prime. Se ti abboni a quest’ultimo, Amazon ti offre gratuitamente la piattaforma streaming Amazon Prime Video. Se poi proprio non ti vuoi abbonare a niente, acquista qualsiasi cosa da Amazon, senza nessun sovrapprezzo.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: